Madonna dell'Incoronata
APRILE
27-28-29-30
   
A circa 15 km dal centro urbano di Foggia, posta a 61 m sopra il livello del mare, sorge la piccola frazione di Incoronata; qui ha sede il Santuario della Madonna Incoronata con annesso l'omonimo piccolo bosco che costituisce un confortevole riparo dalla calura dei mesi estivi e conferisce al sito mariano una più intima atmosfera di raccoglimento e spiritualità. Proprio al culto della Madonna dell'Incoronata è legata la festa patronale che si svolge a Foggia nell'ultima settimana del mese di aprile, ormai in pieno periodo primaverile, unendo la sfera più sentitamente religiosa alla vivacità della tradizione folkloristica popolare. Alcune fonti letterarie pervenute rintracciano l'origine del sito dell'Incoronata appena al secolo XVII, mentre altre fonti archivistiche attestano la sua esistenza già dal 1140 con diploma reale di Ruggero II del 24 Novembre di quello stesso anno. Sta di fatto che molti autori, e in particolare la cultura popolare, ne farebbero risalire l'origine ai straordinari avvenimenti avvenuti nel bosco del Cervaro, nei pressi di Foggia, proprio l'ultimo sabato di aprile dell'anno 1001, con il ritrovamento della prodigiosa icona mariana. La Beata Vergine Maria sarebbe infatti apparsa, all'alba di quel sabato, su una grande quercia a un cacciatore che si era inoltrato nel bosco del fiume Cervaro, indicandogli il luogo di ritrovamento del simulacro e chiedendo che fosse custodito in una chiesa fatta erigere in suo onore nel luogo dell'apparizione. Sopraggiunse in quel luogo un contadino, che la tradizione identifica con il nome di Strazzacappa, che rimase incantato da tale visione e come segno di venerazione e fede appese a un ramo della quercia la propria caldarella trasformata con un pò d'olio in una rudimentale lampada. La prima chiesa costruita per la patrona subì numerosi ampliamenti e fu retta da diversi ordini monastici dal secolo XI al XVI. Nel secolo XVII il santuario dell'Incoronata divenne commenda cardinalizia fino a quando, all'inizio del secolo XIX, fu tolta alla giurisdizione dell'autorità ecclesiastica dal governo napoleonico, e affidata alla gestione dei laici. Finalmente nel 1939 l'Incoronata ritornò alla diocesi di Foggia nella persona del vescovo, monsignor Fortunato Farina, che nell'aprile del 1950 lo affidò ai Figli della Divina Provvidenza, fondati da don Luigi Orione: essi costruirono il nuovo Santuario e il grande complesso architettonico che lo circonda dando nuovo slancio alla fede mariana e offrendo calorosa accoglienza ai pellegrini che affidano le proprie suppliche alla Madonna dell'Incoronata.
   
 



   
  > La Festa
   
 
Photogallery
Photogallery
Photogallery
Photogallery
Photogallery