San Vito Martire
GIUGNO
14-15-16
   
San Vito
nacque in Sicilia nell' antica Lilibeo, l'attuale Mazara del Vallo, nel 288 d.C. e morì nel 303 d.C. a soli 15 anni.
Viene raffigurato come un giovane soldato romano, pur non avendo mai indossato un'armatura.
E' evidente il significato liturgico della sua rappresenta-zione, quello di combattere per qualcosa di più grande dell'Impero Romano, la Fede di Cristo.
Infatti, si convertì giovanissimo al Cristianesimo e questo gli costò la violenza del
padre, che lo fece arrestare e castigare, e in seguito la vita per volere dell' imperatore Diocleziano.
Straordinaria è stata l'influenza che hanno avuto sulla sua vita la nutrice Crescenza e il precettore Modesto, con i quali trascorse il resto della sua pur breve esistenza fino a condividerne la morte a seguito di una terribile tortura.
Secondo la legenda a seppellire le reliquie dei Santi (Vito, Crescenza e Modesto) fu la principessa Fiorenza di Salerno, dapprima in Campania in un luogo passato alla storia con il nome di “marianus” e infine nella cittadina di Polignano a Mare, pare per espresso volere dello stesso San Vito che - apparso in sogno alla principessa nelle vesti di un giovane medico - le chiese di essere sepolto insieme ai suoi precettori in un luogo pugliese denominato “castrum polymnianense”.

   
 



   
  > La Festa