Maria SS di Valleverde
AGOSTO
28-29-30
   
La Comunità religiosa e civile di Bovino ha due Patroni, San Marco di Eca e Maria Santissima di Valleverde; il primo viene celebrato il 7 ottobre con la processione per le vie della cittadina del busto argenteo del santo, che si conclude in Piazza Duomo con il “getto delle noci” da parte del Priore della Confraternita di San Marco, consuetudine legata a un miracolo operato dal Santo.
Ma è il culto legato a Maria Santissima di Valleverde a coinvolgere maggiormente gli animi e le fedi dei bovinesi.
Il Protettorato di Maria Santissima di Valleverde risale tradizionalmente all'epoca dell'apparizione della Madonna, nel 1266 presso il bosco di Mengaga a circa 3 km dall'abitato, al legnaiolo Niccolò cui la Vergine aveva chiesto la fondazione in suo onore di una Chiesa a difesa della Puglia e in particolare a protezione di Bovino e dei suoi diocesani.
Il vescovo di Bovino, Giovanni Battista, e le altre autorità ecclesiastiche riconobbero come veritiera l'apparizione e acconsentirono alla costruzione in breve tempo del Santuario ove fu collocato il simulacro della Vergine, una bellissima scultura lignea policroma in stile bizantino.
Il culto e la devozione alla Vergine di Valleverde si diffuse velocemente e fortemente nella città di Bovino e nella provincia, divenendo il Santuario meta di numerosi pellegrinaggi di umili genti e illustri personaggi legati sia al mondo ecclesiastico, come futuri papi, sia a quello politico.
Poichè la Madonna apparve al legnaiolo i primi giorni di maggio, da quel momento in poi la prima domenica di maggio una solenne e folta processione si reca al santuario, benedicendo lungo tutto il percorso le campagne, col reliquiario d'argento di San Marco. Ma alcuni avvenimenti importanti fecero istituire la festa il giorno 29 agosto: la concessione del decreto regio nel 1434, richiesto dal signore di Bovino, Marino Boffa, d'istituire la fiera in concomitanza della festa della decollazione di San Giovanni Battista, che ricorre appunto il 29 agosto; nel 1631 il Sinodo Diocesano celebrato a Bovino dal vescovo Calderisio, sancì il 29 agosto, giorno festivo di precetto segnando l'anniversario della Consacrazione del Santuario di Valleverde; il 29 agosto 1876, inoltre, la Madonna e il Bambino furono solennemente adornati di corone d'oro, precedentemente benedette in Vaticano da Pio IX.
Con decreto del 22 giugno del 1910, papa Pio X dichiarò la Beatissima Vergine di Valleverde Compatrona della città e della diocesi, assieme a San Marco, ordinando che fosse celebrata ogni anno il 29 agosto.
   
 



   
  > La Festa
   
 
Photogallery
Photogallery
Photogallery